Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 8 maggio 2016

Partite a saldo

A fine stagione, in Italia, una partita può avere esiti davvero imprevedibili, altro che la palla è rotonda. Squadre spacciate e sfilacciate, già col prete alla porta, vincono facilmente e gigioneggiando su campi impossibili di squadre più forti e fino a ieri letali ma adesso senza più obiettivi, e condannano altre squadre il cui unico difetto è stato avere un calendario sfortunato. Questo accade per la naturale rilassatezza e assente professionalità di molti dei giocatori, allenatori e dirigenti in attività, e a volte anche per scambi di favori, accordi taciti, così taciti che spesso nemmeno c'e' il bisogno di prenderli e quindi è ancora più difficile dimostrare, perché spesso il marciume che si annida in fondo all'anima è così in fondo che non lo riesci a tirar su, ma ne senti la puzza. Naturalmente sono mie idee domenicali da ubriaco già di mattina, sia chiaro, senza prove non puoi dire nulla, io infatti sto sragionando. Poi magari le prove vengono fuori tutte insieme un giorno (vedi Calciopoli), succede un po' di casino, e tre anni dopo tutti negano che qualcosa sia avvenuto e parlano di complotto: di questo giochetto ipocrita abbiamo quasi l'esclusiva, noi Italiani. Non parliamo poi della piaga delle scommesse, che negli ultimi turni impazzano, o del fatto che alcune squadra in difficoltà ricevono corpose spintarelle "istituzionali" (definite con la consueta formula "l'arbitro è un uomo e può sbagliare" o con quella, bellissima, che fa "a fine anno torti e favori si compensano") per raggiungere obiettivi minimi il cui sfumare sarebbe da tragedia sportivo-economica, più economica che altro. Rimedi a questo schifo ce ne sarebbero, ma ovviamente non vengono presi, altrimenti questo circo di fine anno non sarebbe più possibile. Sporcano lo sport e ricevono medaglie, sono i corrotti della stanza dei bottoni che chiudono un occhio quando serve e li usano tutti e due quando fa gioco. Ripeto, sono ubriaco e non so nemmeno come sono finite le ultime partite.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: