Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

lunedì 17 agosto 2009

Ce l'hanno duro. Ma cosa?

Bossi (il Senatur, quello che ce l’ha duro), Calderoli (quello che fa le leggi e poi si vanta di aver fatto una porcata, quello che porta il maiale a pisciare sui luoghi in cui dovrà sorgere una moschea, quello che insulta con una vignetta alcuni miliardi di musulmani ), Borghezio (quello che pulisce con l'alcol i sedili dei treni su cui si sono sedute le prostitute, vi è chiaro il tipo?), Salvini (quello dei cori razzisti sui napoletani, ricordate? E delle deliranti proposte di segregazione razziale applicate ai trasporti urbani), Maroni (quello che respinge i barconi di immigrati, senza distinguere se si tratti di persone sane o bisognose di cure, di delinquenti o di rifugiati e perseguitati politici e religiosi, violando convenzioni internazioni a manetta e attirandosi le feroci critiche e le motivate accuse di decine di organizzazioni internazionali), la Lega Nord tutta.

Esami di dialetto per gli insegnanti. Gabbie salariali. Roma ladrona. Dichiarazione di indipendenza delle Repubblica Federale Padana (proclamata nel '96 da un ministro della Repubblica Italiana, eh?, sulle rive del Po, fiume feticcio per certi menti schiave di deliri secessionisti). Dialetto obbligatorio nelle scuole. Autobus riservati ai milanesi. Fucili col colpo in canna, pronti per essere usati. Dito medio durante l'esecuzione dell'inno di Mameli. Dichiarazione circa il possibile uso "domestico" della bandiera italiana ("il tricolore lo uso per pulirmi il...", Bossi, condannato due volte per vilipendio della bandiera italiana e una per finanziamento illecito ai partiti: 200 milioni di lire, poi restituiti). Proposta di abolizione dell'inno di Mameli e del tricolore, con aggiunta delle bandiere regionali. Tante, tantissime altre vaccate, diluite nel corso di tutti questi anni, prese sul serio perchè senza i valorosi Padani Berlusconi e Fini saltano su come il coperchio sulla pentola che bolle e il governo va a casa. Proposte e idee che quando non sono razziste sono stupide, quando non sono stupide sono inutili e spesso sono tutte e tre le cose insieme. Carnevalate, insulti, oscene stupidità. Indegne manifestazioni di razzismo e xenofobia (vero, Borghezio?). Boiate che sarebbero già insopportabili se compiute da comuni cittadini e che diventano vere e propre nefandezze se compiute da parlamentari e da ministri. Perfino La Russa, perfino Bondi criticano certe uscite, ci pensate? E Bocchino, Gasparri!!, Capezzone!!! hanno preso le distanze. Questo per dirvi quanto son grosse le stronzate estive che vengon giù dal Po. Ci pensate a quanto deve essere assurda una cosa se anche Capezzone non trova parole per difenderla? Ora qualcuno mi dirà: ma è sempre Bossi (un tempo iscritto al PCI, lo sapevate?) che disse: "La Fininvest è nata da Cosa Nostra".... Uhm, diavolo, è vero. Vabbè, può sbagliare pure lui, a volte capita che gli scappino cose che alle orecchie dell'elettore medio sembrano avere un senso compiuto.

Per favore, Bossi e Calderoli, Borghezio e Salvini, basta: lasciateci in pace tre settimane, andate in ferie a bocca chiusa, spendetevi un po' delle migliaia di euro che mensilmente vi passiamo per partorire idee che, ormai, non fanno nemmeno più ridere. Finitela di giocare al "piccolo politico" con le nostre istituzioni, tirate su col sangue dei nostri nonni. Smettete di insultare la nostra intelligenza, la nostra storia, il nostro Stato, smettete di prendere a calci quello Stato che dovreste rappresentare e dal quale intascate paccate di euro ogni mese, siate per lo meno coerenti: rinunciate allo stipendio di uno Stato che per voi non esiste (col cavolo che rifiutano lo stipendio).

La Lega Nord, quelli che ce l'hanno duro. Ma cosa? Il cervello, direi, a giudicare dai compiti che fanno a casa.
Ma pensare a un esame minimo attitudinale per diventare parlamentari no, eh? Giusto per evitare simili scempi. Ah già, ora nemmeno eletti sono più, vengono nominati, prima delle elezioni, da cinque segretari, figurarsi se fanno l'esame... Che poi, forse, a giudicare da certe uscite, ci vorrebbe quello di sangue e urine, di esame, mi sa tanto.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui.
Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail


Nessun commento: